COMUNITA' A DISTANZA

"FILO D'ORO DEL SANGUE E DELL'ACQUA"

 

 

 

 

 

Il Movimento di Gela ha promosso una comunità a distanza che  attualmente ha un centinaio di aderenti: sacerdoti, religiosi/e, monache di clausura e laici  sparsi in Italia che giornalmente implorano la Divina Misericordia per le intenzioni dei singoli aderenti come sostegno fraterno nella preghiera d’ intercessione e per l’ umanità intera. Vieni anche tu a far parte di questa comunità  legati dal filo d’ oro del Sangue e dell’ Acqua. Scrivici…….

Per informazioni e iscrizioni  rivolgersi al:                     Movimento “Gesù Misericordioso”

Parrocchia San Sebastiano Martire

Piazza Santa Faustina Kowalska

93012 – Gela – (Cl)

 mgm.gela@hotmail.it

 

MOVIMENTO“GESU’ MISERICORDIOSO

GELA

Amore misericordioso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gesù, confido in Te

 

La canonizzazione di Suor Faustina ha un’ eloquenza particolare: mediante questo atto intendo oggi trasmettere questo messaggio al nuovo millennio. Lo trasmetto a tutti gli uomini perché imparino a conoscere sempre meglio il vero volto di Dio e il vero volto dei fratelli”

Giovanni Paolo II

 DIVINA MISERICORDIA: MISSIONE E CULTO NELLE NUOVE FORME

 La Chiesa vive una vita autentica, quando professa e proclama la misericordia - il più stupendo attributo del Creatore e del Redentore – e quando accosta gli uomini alle fonti della misericordia del Salvatore di cui essa è depositaria e dispensatrice.

 La chiesa deve considerare come uno dei suoi principali doveri in ogni tappa della storia, e specialmente nell’ età contemporanea quello di proclamare e di introdurre nella vita il mistero della misericordia, rivelato in sommo grado in Gesù Cristo” (Giovanni Paolo II, Dives in Misericordia, 13-14).

Al centro di questo culto, si trova quindi il mistero della Misericordia di Dio, che costituisce il fondamento della Rivelazione e della vita cristiana. È un culto profondamente ecclesiale, poichè esso interpella la Chiesa intera che, in ogni epoca della sua storia e sviluppo terreno, non può fare a meno di lodare, adorare, proclamare, amministrare la grande misericordia di Dio in mezzo a tutte le genti. Sulla linea di questo compito ecclesiale, si trova proprio la missione di Santa Maria Faustina Kowalska, chiamata dallo stesso Gesù ad essere portavoce di questo meraviglioso mistero, iscritto intimamente nel cuore della creazione visibile ed invisibile, di cui l’ uomo è sintesi e testimone privilegiato. Il 30 Aprile 2000 (domenica della Divina Misericordia) a Roma viene canonizzata Suor Faustina Kowalska. Prima santa del grande Giubileo, essa è la piccola segretaria di Gesù, scelta per essere l’ apostola della Divina Misericordia per i nostri tempi. Suor Maria Faustina (Elena Kowalska) oggi è una dei santi più conosciuti ed amati nella Chiesa.

Nata a Glogowiec in Polonia nel 1905, da famiglia contadina di dieci figli. Dopo aver frequentato le prime due classi e aver lavorato presso famiglie benestanti, entro nella Congregazione della Beata Vergine Maria della Misericordia. Nel convento svolgeva con zelo le mansioni di cuoca, giardiniera e portinaia. Conduceva una profonda vita spirituale arricchita da diversi doni mistici

(visioni, stimmate, dono della profezia e lettura delle anime, nozze mistiche).

Attraverso lei il Signore ha mandato al mondo il grande messaggio della Misericordia Divina  mostrando un esempio di perfezione cristiana basata sulla fiducia in Dio e sull’ atteggiamento misericordioso verso il prossimo. La missione di Suor M. Faustina consiste in tre compiti:

-         Avvicinare e proclamare al mondo la verità rivelata nella Sacra Scrittura sulla Misericordia di Dio per ogni uomo.

-         Implorare la Misericordia divina per tutto il mondo, in particolar modo con le nuove forme di culto della Divina Misericordia indicate da Gesù:

l’ immagine del Cristo crocifisso-risorto con sotto scritto “Gesù, confido in Te”, la Festa della Divina Misericordia nella prima Domenica dopo Pasqua preceduta da una Novena, la Coroncina della Divina Misericordia e la preghiera

nell’ ora della Misericordia (15:00)

-         Ispirare un Movimento Apostolico della Divina Misericordiosa con il compito di proclamare e implorare la Misericordia Divina per il mondo specialmente per i poveri peccatori e aspirare alla perfezione cristiana.

 Oggi  questo movimento riunisce nella Chiesa milioni di persone di tutto il mondo: congregazioni religiose, istituti secolari, sacerdoti, confraternite, associazioni e le diverse comunità degli apostoli della Divina Misericordia e le persone singole che intraprendono i compiti che il Signore ha trasmesso a Suor Maria Faustina.

 Scrisse il Diario della sua anima, annoverato tra le opere più importanti della letteratura mistica.

  Morì a Cracovia a soli 33 anni il 05 Ottobre 1938. Il suo corpo riposa nel Santuario della Divina Misericordia di Cracovia-Lagiewniki.

 Clicca per l'immagine full size

 

 

 

 

 “Il mistero dell’ Amore Misericordioso di Dio è stato al centro del pontificato di Giovanni Paolo II. Ricordiamo, in particolare,

l’ Enciclica Dives in Misericordia, del 1980, e la dedicazione del nuovo Santuario del Santuario della Divina Misericordia a Cracovia, nel 2002. Le parole che egli pronunciò in quest’ ultima occasione sono state come una sintesi del suo magistero, evidenziando che il Culto della Misericordia Divina non è una devozione secondaria, ma dimensione integrante della fede e della preghiera del cristiano”

                  Benedetto XVI, 23 Aprile 2006

 MOVIMENTO

GESU’ MISERICORDIOSO - GELA

 Il Movimento “Gesù Misericordioso” è stato fondato  il 05 Ottobre 1996 nella Parrocchia San Sebastiano Martire di Gela nella Diocesi di Piazza Armerina (Sicilia).

Affiliato al Centro Nazionale di Spiritualità (Chiesa Santo Spirito in Sassia – Roma) istituito dal Sommo Pontefice Giovanni Paolo II e ai centri di Cracovia e Caserta. Secondo le indicazioni di Santa Faustina tre sono le virtù fondamentali che costituiscono l’ anima e lo spirito del culto della Divina Misericordia:

-         la fiducia e l’ abbandono  nella misericordia di Dio

-         la preghiera personale e comunitaria,

nell’ implorare la Divina Misericordia per il mondo intero,

-         la misericordia verso se stessi e il prossimo nel compiere attraverso la preghiera, parola, testimonianza e l’ azione almeno un atto di misericordia al giorno.

Gli “Apostoli della Misericordia” che si inseriscono attivamente nel tessuto parrocchiale, hanno come icona evangelica la parabola del lievito che fermenta la massa. Si impegnano giornalmente a invocare la Divina Misericordia alle ore 15 nel posto dove si trovano e settimanalmente si radunano per l’ Adorazione Eucaristica comunitaria e la catechesi guidata dal parroco. Propongono varie campagne di carità e di propaganda del culto affinché la Misericordia di Dio sia conosciuta e glorificata da tutti. Ogni aderente riceve come segno d’ appartenenza un attestato e vive l’ atto di consacrazione a Maria “Mater Misericordiae” attingendo per il suo cammino di santità l’ esempio di S. Maria Faustina e del Venerabile don Michele  Sopocko (confessore di S. Faustina).