Matrona vergine - Immaginette Sacre

Vai ai contenuti

Menu principale:

Matrona vergine

Immagini di Sante
LocalitàProvinciaFesta
Capua
Caserta16 Marzo
Α

Ω

B A C K
Il 15, per esempio, si potrebbe dire il giorno di Santa Matrona: ce ne sono tre di questo nome, tutte insieme. E si immagina subito, da quanto abbiamo detto sopra, che il ricordo di due di queste Sante è stato chiamato, quasi evocato, dalla festa di una prima e più celebre. Ed è proprio così, perché ricorre oggi la festa di una Santa Matrona assai nota nel Medioevo, soprattutto in Oriente. Nonostante il nome, che voleva dire « madre di famiglia » e più generalmente « signora », ella era una cameriera, ed è figura esemplare delle lavoratrici domestiche. Viveva a Tessalonica, in Macedonia, ed era cristiana all'insaputa della propria padrona, che si chiamava Plautilla. Obbediente e laboriosa, Matrona rubava le ore al sonno o al riposo per recarsi in chiesa, senza mai trascurare i doveri del suo servizio.

Una volta però, per Pasqua, volendo assistere a tutti i misteri liturgici di quella festa, si assentò troppo a lungo, e il suo ritardo venne notato o denunciato da qualche compagna di lavoro. La verità fu palese, e Matrona, cristiana confessa, fu fatta flagellare per ordine di Plautilla.

Poiché le frustate non bastarono a distoglierla dalla sua fede, venne rinchiusa in una stanza, perché morisse di fame. Ritrovata viva, e intenta a cantare le lodi del Signore, venne di nuovo battuta con tanta insistenza e violenza da morire, guadagnandosi così la palma del martirio.

Questa era la storia di Santa Matrona, Martire di Tessalonica, festeggiata in questo giorno fin dai secoli più lontani. Per attrazione del suo nome e per suggestione della sua storia, altre due Sante Matrone vennero più tardi ricordate in questo stesso giorno: una, di epoca incerta, fu detta nativa di Barcellona, passata in Italia come pellegrina, e morta in una persecuzione imprecisata e imprecisabile. L'altra viene detta Matrona di Capua, o anche del Portogallo, perché la leggenda la disse una Principessa portoghese, vissuta nel V secolo, in un'epoca cioè, osservano gli storici, nella quale non esistevano, in Portogallo, né Sovrani né Principi.

Sofferente di dissenteria, Matrona seppe in visione che avrebbe riacquistato la salute a Capua, presso la tomba di San Prisco, Vescovo e Martire di Capua al tempo dei Vandali. Si recò così nella città campana, vi guarì, e vi restò per tutto il resto della vita, onorata poi come Santa e invocata contro le epidemie intestinali e il colera.
 
Copyright 2017. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu